Altopiano della Vigolana cosa vedere estate - inverno

L'Altopiano della Vigolana è una delle zone più autentiche e meno conosciute del Trentino e si trova sull'Alpe Cimbra, vicino alle località di Folgaria, Lavarone e Luserna.

Le cose da vedere e fare sull'altopiano della Vigolana sono molte, a cominciare dal trekking e bike, ben collegati alla rete dei sentieri della vicina Alpe Cimbra, alle passeggiate con le ciaspole e la visita a borghi e santuari in inverno.


Due sono le montagne che caratterizzano questa zona del Trentino: la Vigolana e la Marzola. In entrambi i casi le viste sul vicino Lago di Caldonazzo, sulle vette del Lagorai, sulla Panarotta e sui boschi dell'alpe saranno sempre mozzafiato.



Con il post di oggi voglio raccontarvi le cose da non perdere sull'Altopiano della Vigolana, sottolineando il fatto che la posizione è davvero unica: in pochi minuti d'auto si può raggiungere Folgaria, Lavarone e Luserna, ma anche altre zone del Trentino, come Trento, Levico, Valle dei Mocheni, Dolomiti e lago diGarda.

 

bivacco Vigolana, credits APT Alpe Cimbra

 

Ho avuto modo di visitare questa zona sia in estate che in inverno, quindi vi darò entrambi i suggerimenti.

Iniziamo con:


BECCO DI FILADONNA

E' l'escursione più conosciuta della Vigolana e quella che regala i panorami più estesi.

L'itinerario è abbastanza tosto quindi bisogna essere abbastanza allenati. Si parte dal ristorante Sindech e si sale al rifugio Casarota

 

Da qui si raggiunge la zona del Cornetto e si piega a destra verso il Becco di Filadonna. Splendido il panorama sul lago di Caldonazzo.

Calcolate 1000 metri di dislivello e ca. 5 ore di cammino

Vedi: Escursione Becco di Filadonna

 



BIVACCO VIGOLANA

Questo bivacco, di recentissima e moderna costruzione, è uno dei simboli del territorio e ha sostituito proprio nel 50° anniversario il vecchio bivacco del 1966 intitolato a Giambatta Giacomelli.


Ha un disegno molto particolare, a tronco di
piramide rovesciata, un interno luminoso, ampio e comodo, che si apre sull’esterno con ben cinque superfici vetrate. 

 


 

RIFUGIO CASAROTA

Per chi non avesse fiato o voglia di salire fino al Becco di Filadonna, può effettuare la camminata nel bosco che conduce al rifugio Casarota e fare una sosta golosa panoramica!

 



SENTIERO DELL'ANCINO

Un'altra bella escursione da fare sull'Altopiano della Vigolana è quella che conduce a Lavarone seguendo il sentiero dell'Ancino.

 

Si parte costeggiando il corso del torrente Centa, passando per antichi mulini e casate, e poi si inizia a salire nel bosco scoprendo testimonianze della Grande Guerra come il comando austroungarico di Virti.


Una camminata molto varia, che abbina storia, tradizioni e natura, che si effettua in circa 3 ore (andata) e 600 metri di dislivello.

Vedi: Sentiero dell'Ancino

 


 

I 60 KM DELLA VIGOLANA

Questo percorso rappresenta un suggestivo itinerario che collega i principali ambiti paesaggisti, storici e ambientali presenti sull’Altopiano della Vigolana e nella Valle del Centa. 

 

Il circuito si sviluppa ad anello ed è la somma di una serie di percorsi più brevi che partono dai centri abitati e si riconoscono da una segnaletica bianca e rossa riportante il logo Vigolana e il numero identificativo del percorso.


TREKKING INVERNALE TORRENTE CENTA

I sentieri estivi dell'altopiano della Vigolana diventano in inverno delle belle camminate da fare con le ciaspole. Il più conosciuto è il trekking invernale lungo il torrente Centa che si snoda all'interno di una stretta valle dominati da possenti pareti di roccia in un ambiente selvaggio e incontaminato.


Vedi: Trekking invernale Torrente Centa

 



 

DOSSO DI FRISANCHI

Per le passeggiate semplici invernali, vi consiglio il Dosso di Frisanchi, un belvedere unico sulla Valsugana. Si parte dal rifugio Paludei e si continua sempre dritto per circa 45 minuti fino a spuntare in questo balcone panoramico che regala una vista unica!

 


 

L'ORSA DELLA VIGOLANA

Durante il periodo invernale, meglio dopo un abbondante nevicata, è possibile vedere sulla parete nord-ovest del Monte Scanuppia (quella che affaccia sul capoluogo trentino) del massiccio della Vigolana, la figura di un orso. 

 

Si tratta di un tratto molto ripido e accidentato, quasi totalmente privo di vegetazione dove si trova una formazione rocciosa caratteristica, di colore scuro, che spicca tra la neve candida circostante e simile alla sagoma di questo imponente animale ed è visibile ad occhio nudo. La sua comparsa sancisce l’inizio dell’inverno.

 

credits Alpe Cimbra

I BORGHI DELLA VIGOLANA

Una delle cose da vedere sull'altopiano della Vigolana sono i borghi storici situati tra le zone di Centa San Nicolò, Bosentino Vigolo Vattaro e Vattaro, piccoli paesi con un'architettura tradizionale e ricchi di storia.

 



SANTUARIO MADONNA DI FELES

Fra i paesi di Bosentino e Vigolo Vattaro sorge il Santuario della Madonna di Feles luogo in cui, secondo un'antica tradizione locale, nel 1620 un pastore muto avrebbe recuperato la voce grazie all'apparizione della Madonna. 

 

Sul luogo la Madonna lasciò l'impronta della mano su una pietra, attorno a cui venne eretto un capitello e quindi il santuario.

 


 

CASTELLO DI VIGOLO

A poca distanza dal santuario sorge il castello di Vigolo. La struttura, recentemente restaurata, è adornata da eleganti bifore e monofore del Cinquecento, mentre dell'antica cinta difensiva rimangono ancora la piccola torre quadrangolare e alcune cortine.

 


 

Il castello e il santuario si possono ammirare con una bella passeggiata ad anello di 1 ora con partenza da Bosentino. Presto sul blog tutti i dettagli.


BELVEDERE DI SANTA CATERINA

Finisco il mio post sulle cose principali da vedere sull'altopiano della Vigolana con il punto panoramico situato tra Bosentino e la località di Santa Caterina, raggiungibile in pochi minuti a piedi lungo la strada.

Da qui sembra di essere sospesi tra il lago di Caldonazzo e le alte montagne!

 


 

Per maggiori informazioni e altre cose da vedere, visita il sito ufficiale dell'ALPE CIMBRA.


INFO UTILI:

Dove Dormire:

BAITA FILADONNA

Il modo migliore per vivere una vacanza autentica sull'altopiano della Vigolana è soggiornare in una baita.

Io ho dormito presso la Baita Filadonna, una baita isolata nel bosco  in muratura e legno immersanel silenzio più totale.

 


 

Baita Filadonna fa parte dell'associazione Vacanze in Baita, 82 baite sparse nel territorio trentino ristrutturate e impreziosite dei comfort necessari abitabili per un utilizzo stagionale o, se dotate di riscaldamento, per l’utilizzo annuale, anche in inverno con la neve.

 


La baita si sviluppa su due piani. Al piano terra c'è la zona giorno con cucina e soggiorno con divano/letto; al primo piano, invece, servizi con doccia e camera matrimoniale con letto a castello a fianco. Scalinata in legno, oggetti della tradizione alpina caratterizzano gli ambienti interni che sono davvero tipici e ricchi di fascino.

 


 

All'esterno, ampio giardino recintato con tavolo e panche dove poter mangiare all'aria aperta durante la bella stagione.




Di sera, invece, ci si può addormentare ammirando le stelle, immersi nel silenzio più totale. Lontano da tutti e da tutto.

 

Info: Baita Filadonna

Email: baitafiladonna@gmail.com


VEDI ANCHE:

La sezione del blog dedicata al TRENTINO, al TREKKING e agli HOTEL per organizzare al meglio la tua vacanza


0 commenti:

Posta un commento