Redipuglia cosa vedere: Sacrario Militare e dintorni

Redipuglia è una delle località da vedere assolutamente se siete appassionati del tema Prima Guerra Mondiale. 

 

Siamo in Friuli Venezia Giulia, in provincia di Gorizia. Arrivare a Redipuglia è molto facile

Da VeneziaMestre si prende l'autostrada A4 in direzione Trieste, si supera il bivio di Udine e Aquileia e, poco prima del Carso Triestino, si esce all'uscita di Redipuglia – Monfalcone Ovest. In pochi minuti si arriva a destinazione.

 

A Redipuglia non c'è un paese nel senso vero del termine, ma è uno dei luoghi migliori a offrire la conoscenza diretta della Grande Guerra, chiusasi proprio un secolo fa: è il più grande sacrario che ricorda il sacrificio di quei soldati e ospita le spoglie di ben centomila caduti, un numero davvero impressionante. 

 

redipuglia cosa vedere

 

STORIA

Fu qui che il regime fascista volle costruire l'imponente monumentale sacrario, il cui progetto fu redatto dall'architetto Giovanni Greppi affiancato dallo scultore Giannino Castiglioni. I lavori durarono 10 anni; l'inaugurazione avvenne nel settembre 1938.


Creato insieme agli ossari di Caporetto e Oslavia, il sacrario di Redipuglia ospita per la precisione le salme di 100.857 identificati, in una struttura concepita su tre livelli, per offrire l'idea dell'esercito che scende dal cielo alla guida del suo comandante, il duca d'Aosta Emanuele Filiberto. 

 

Unica donna qui sepolta è una crocerossina, Margherita Kaiser Parodi, morta a 21 anni di febbre spagnola, mentre curava i feriti in un ospedale da campo, a ricordo di tutte le altre donne perite nel conflitto. 

 

redipuglia cosa vedere

VISITA SACRARIO REDIPUGLIA

Partendo dal museo militare che si trova accanto al graande parcheggio, si giunge, dopo aver superato la simbolica catena della nave Grado strappata agli austriaci, nel Piazzale delle Pietre d'Italia, realizzato nel 2016, durante i vasti, recentissimi restauri che hanno interessato tutto l'impianto. 

 

redipuglia cosa vedere

 

Superata la strada aperta al traffico, si ripercorre la “via Eroica”, lungo la quale 38 lapidi bronzee ricordano le battaglie sostenute sul Carso.


Al termine è l'imponente mole del blocco di marmo rosso della val Camonica, del peso di 75 tonnellate, sepolcro del Duca d'Aosta, comandante in capo. 

 

redipuglia cosa vedere

Salendo ecco i 22 gradoni, alti 2,5 metri e larghi 12, recanti le ripetute scritte “PRESENTE”, che sono le vere e proprie tombe dei soldati a cui è stato possibile dare un nome. 

Le sepolture sono in ordine alfabetico. Al centro del primo gradone il loculo di Margherita Kaiser Parodi, sul ventesimo i corpi di 72 marinai e 56 finanzieri.

 

redipuglia cosa vedere


redipuglia cosa vedere

 

In alto, al culmine del sacrario, con la piccola cappella che contiene le opere dello scultore Castiglioni e le tre croci in bronzo, sono i due sepolcreti ricoperti di lastre di bronzo con i resti dei 60.000 uomini raccolti sui campi di battaglia senza mai essere stati identificati. 

 


redipuglia cosa vedere

 

Nella parte posteriore dell'ultimo gradone un piccolo museo ospita cimeli, plastici dei luoghi e dipinti del pittore Ciotti appartenenti alla prima tomba del Duca d'Aosta. Purtroppo l'ho trovato chiuso causa Covid e quindi non so dirvi com'è.


IMPORTANTE

Voglio inoltre aggiungere che durante la visita di Redipuglia bisogna portare rispetto per questi luoghi Sacri alla Patria.  

Da evitare pertanto schiamazzi, urla, risate e, se si è con bambini, cercare di spiegargli che i gradini e i marmi presenti non sono scivoli e nemmeno un parco giochi ( lo scrivo perchè ho visto e sentito tutto questo durante la mia visita a Redipuglia, ma anche all'ossario del Monte Grappa).


DINTORNI

Tra le altre cose da vedere a Redipuglia ci sono i vicini dintorni. 

Imperdibile un giro a San Michele del Carso (presto sul blog tutti i dettaglia), il percorso Brestovec, ma anche a Monfalcone dove si trova il Parco Tematico della Grande Guerra!

 

guerra monfalcone
 

VEDI ANCHE

Vi invito anche a leggere la sezione del blog dedicata alla Grande Guerra con vari post dedicati alle escursioni per le trincee e approfondimenti storici su personaggi e fatti come, ad esempio, Francesco Giuseppe I d'Austria, sua moglie Sissi, breve riassunto sulla prima guerra mondiale, la Strafexpedition, la Battaglia di Caporetto o l'attentato di Sarajevo.

 

1 commento: