Una vacanza in Alto Adige, consigli e itinerario da seguire

Una vacanza in Alto Adige racchiude in sé mete dal fascino suggestivo, città d'arte, montagne patrimonio Unesco e tradizioni, in un mix unico di culture austriache, italiane e ladine. Vette che si colorano di rosa al tramonto, laghi che riflettono il colore del cielo; pascoli e alberi a perdita d'occhio. In Alto Adige la natura è protagonista, ma ha anche un ruolo particolare: quello di parlare all'uomo e di tenerlo ancorato alle sue radici. Infatti, con il post di oggi, volevo raccontarvi come passare una vacanza nel “mio” Alto Adige, un Alto Adige lontano dal turismo di massa, dove si possono vivere le vere tradizioni e sentire parlare poco italiano, per un'immersione nel vero Tirolo del Sud! Ecco i miei consigli!

vacanza in alto adige
Val Giovo


COME ARRIVARE:
AEREO:
L'aeroporto di Verona, collegato con voli di linea e low cost con le principali città italiane, è il più vicino all'Alto Adige, che può essere successivamente raggiunto con autobus o auto a noleggio

TRENO:
La linea del Brennero tocca la stazione di Bolzano, da cui si può proseguire, sempre in treno, per Malles, Val Venosta e Merano, oppure di Fortezza, proseguendo poi per la Val Pusteria.

AUTOBUS
Tutte le località principali sono collegate ad un'ottima rete di autobus. Consiglio di avvicinarci in treno alla vostra località e poi prendere il bus.

HOLIDAY PASS
Se si soggiorna in hotel o residence, si ha diritto all'Holiday Pass, una card in cui si può utilizzare gratuitamente tutti i mezzi pubblici: linee autobus, skibus, treni regionali e funivie regionali. Informatevi prima di partire se è inclusa nel vostro soggiorno! Ogni anno ci sono novità su questa card, quindi vi consiglio di controllare bene.

COSA MANGIARE
Piatti gustosi e semplici, vini locali assolutamente degni di considerazione, un servizio sempre puntuale e garbato: è questa la ricetta che da sempre caratterizza la migliore ristorazione altoatesina. Non è raro che un ottimo albergo ospiti un ristorante d'eccezione, aperto a commensali che non risiedono nell'hotel, per i quali sono a disposizione accoglienti salette foderate quasi sempre in legno e riscaldate dalle kachelhofen, le belle stufone di ceramica, dispensatrici di calorie così come i piatti della tradizione locale. Da non perdere: canederli ( vi consiglio di assaggiarli durante la sagra dei canederli di Vipiteno), krapfen (mezzelune), tiroler grostl,  kaiserschmarren e strudel di mele!

vacanza in alto adige
canerderli

COSA COMPRARE:
Abiti in uno stile inconfondibile, un'oggettistica di grande raffinatezza, composizioni di fiori secchi, articoli in legno, tessuti lavorati a mano e un'infinita gamma di golosità che va dai dolci ai salumi passando per ottimi vini. Una cosa è certa: da una vacanza in Alto Adige non si torna mai a mani vuote.

ITINERARIO:
L'itinerario che vi descrivo qui sotto è un crescendo di emozioni e di altitudini. Dimenticate Alta Badia e Val Gardena, bellissime ma troppo finte per me, lasciatele ai villeggianti di ferragosto, e iniziate un percorso che parte da sud, dalla Strada del Vino dell'Alto Adige, l'anima mediterranea del SuedTirol, dove molte case hanno architetture che richiamano la Germania e i tetti dei campanili a rombi policromi e proseguite poi per Bolzano, con il suo Duomo e la via dei Portici. 


vacanza in alto adige
Bolzano
Da Bolzano potete andare verso Merano e Val Venosta, oppure, effettuare una bellissima escursione prendendo la funivia fino all'altopiano del Renon. Da qui con il trenino storico potete raggiungere le piramidi di terra, davvero spettacolari. Sono due alternative entrambe valide, io consiglio di fare tutte e due!

vacanza in alto adige
Altopiano del Renon
Proseguendo verso nord merita una sosta la cittadina di Chiusa, uno dei borghi più belli d'Italia, sovrastata dal monastero di Sabiona, l'acropoli dell'Alto Adige e, ancora un po' più a nord, la bellissima Bressanone, con le sue stradine e i chiostri storici dove potete ammirare il cavallelefante! (leggete il mio post su Bressanone e scoprirete che cos'è).


vacanza in alto adige
Chiusa
Da Bressanone la nostra vacanza in Alto Adige punta verso le alte montagne. Eccoci a Vipiteno, poco prima del confine di Stato del Brennero. una delle località che più mi piacciono, davvero caratteristica e con un'impronta tedesca.

vacanza in alto adige
Vipiteno

vacanza in alto adige
uno dei borghi più belli d'Italia
Vipiteno è la porta d'ingresso a tre valli che conducono ad un paradiso di cascate e ghiacciai.

vacanza in alto adige
cascata in Val Giovo
Ecco quindi che il nostro itinerario in Alto Adige finisce nella vicinissima Val Giovo, una valle verdissima, remota, dove si è costruito pochissimo e dove si può ancora dire di vivere la vera montagna. Lontano da tutto e da tutti! Penso che le foto qui sotto parlino da sole! Se cercate un posto dove staccare la spina e ricaricare le energie questo è di sicuro il posto migliore.

vacanza in alto adige
Val Giovo
DOVE DORMIRE:
Ho raccontato spesso in questo blog che in Alto Adige il benessere raggiunge i massimi livelli. E anche qui in Val Giovo ne ho avuto riconferma.
Rimanendo in tema di natura e rispetto dell'ambiente, ho avuto il piacere di soggiornare presso il Naturhotel Rainer, un ottimo 4 stelle, da poco ristrutturato, dove tutto parla di natura e rispetto dell'ambiente: tutti gli elementi naturali che troviamo in montagna li ritroviamo all'interno di questo hotel. 

vacanza in alto adige
Natur Hotel Rainer
Un hotel naturale unico, con una linea di design dove al suo interno gli elementi della natura la fanno da padrone. Camere con legno di cirmolo (bellissima il Nido d'Aquila), famoso per le sue proprietà rilassanti, doccia in pietra naturale di quarzo d'argento, proveniente dalle montagne vicine e un palcoscenico naturale unico da ammirare dalla camera.

vacanza in alto adige
la stanza  Nido d'Aquila
Ottimo il centro benessere che utilizza solamente prodotti naturali, con una sauna situata all'interno di uno chalet di montagna nel giardino, una bellissima piscina con idromassaggio e un ricco programma di trattamenti benessere che attinge dalle filosofie di benessere alpino.

vacanza in alto adige
la sauna in giardino
Per cena, invece, è stato un toccasana incontrare la cucina di Hannes, il gestore dell'hotel, una cucina che parla del territorio, dei sapori tradizionali e della Val Giovo utilizzando prodotti del maso e dell'orto, senza additivi o concime, a km zero. Vengono privilegiate le carni e le erbe del maso di proprietà della famiglia (situato accanto all'hotel), ma anche prodotti locali dei vicini contadini come le uove biologiche.

vacanza in alto adige
ristorante hotel
mezza pensione

7 commenti:

  1. Caro Andrea, tutte le tue bellissime foto, le memorizzo nella mia mente, per questo voglio ripetere il io ringraziamento ai tuoi bellissimi post.
    Ciao e buon ferragosto con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Posti incantevoli, grazie Andrea, sempre molto utile ciò che condividi

    RispondiElimina
  3. Prendo nota anche di questo stupendo post, grazie.

    RispondiElimina
  4. ti confesso che per me questo post è un tuffo al cuore...il trentino mi manca come l'aria e purtroppo negli ultimi due anni non sono riuscita a passarci nemmeno un weekend. Spero di poter tornare presto e mettere a frutto tutti i tuoi consigli!

    RispondiElimina