Escursione invernale con le ciaspole sul Nevegal

I percorsi con le ciaspole sul Nevegal sono tra i più semplici e panoramici da fare in provincia di Belluno e in Veneto.

 

Vi ho già raccontato nel blog l'escursione al Col Visentin in estate, questa volta, invece, la percorreremo con la neve, ammirando lo stesso panorama con colori diversi. In entrambi i casi si tratta di una camminata di due ore a tratta e 370 metri di dislivello.


Punto di partenza della ciaspolata sul Nevegal è il ristorante la Casera, raggiungibile con una strada (di solito ben pulita) a tornati che si snoda dal centro del Nevegal (indicazioni lungo il percorso).

 

ciaspole nevegal


Questa zona si trova nella parte più alta del Nevegal ed è molto frequentata dagli amanti delle camminate sulla neve, slittino e sci d'alpinismo. Vi consiglio quindi di arrivare presto per trovare posto nel parcheggio altrimenti dovrete lasciare la macchina lungo la strada.

 

Ho avuto modo di effettuare questo percorso con le ciaspole al Nevegal il giorno 31 dicembre, l'ultimo giorno del 2021 con una splendida giornata di sole. Il modo migliore per salutare l'anno.

 

CIASPOLE

Il sentiero è quasi sempre battuto. A seconda dell'innevamento presente le ciaspole possono essere necessarie. Se ancora non le avete, oppure se avete intenzione di acquistarle, vi consiglio la marca TUBBS, azienda leader nel mondo per le ciaspole e vera garanzia.


Ormai sono da anni che le utilizzo e sono ancora belle perfette. Robuste e resistenti, sono facili da indossare, senza perdere troppo tempo con vari lacci e agganci e si possono utilizzare con ogni condizione di neve.

 

Vi lascio QUI il loro sito così potete vedere tutte le ciaspole disponibili




SI PARTE DAL RISTORANTE LA CASERA

Dal ristorante La Casera seguo il sentiero tracciato che mi condurrà in Cima al Col Visentin dove si trova il rifugio Visentin.

 

ciaspole nevegal

 

BELVEDERE LAGO SANTA CROCE

Poco dopo la partenza consiglio di fare una breve deviazione di un decina di metri sulla sinistra per raggiungere un punto panoramico eccezionale sul lago di Santa Croce.

 


ciaspole nevegal

E' davvero un peccato che non sia segnalato. Vi metto qui la foto del punto preciso da dove si può ammirare il lago.

 

 ciaspole nevegal

 

MALGA FAVERGHERA

Ritorno sul tracciato principale e cammino in salita fino a raggiungere la malga agriturismo Faverghera dove, nei pressi,  si trova invece la segnaletica di una postazione panoramica inaugurata poco tempo fa con la presenza di politici e TV.

Ecco, fate a meno di andarci perchè più avanti i panorami saranno più belli :)

 

percorsi ciaspole nevegal

percorsi ciaspole nevegal

 

RIFUGIO BRIGATA CADORE 


ciaspole nevegal


Dalla malga proseguo sempre lungo il tracciato, supero il casermone abbandonato del Rifugio Brigata Cadore con antenna e arrivo a questo punto:

 

ciaspole nevegal

Come nell'escursione estiva, pure in inverno con la neve ci sono due possibilità:


- a sinistra sul Sentiero delle Creste

- dritto lungo il sentiero 2000


SENTIERO DELLE CRESTE

Decido di andare a sinistra e salire ripidamente alle prime antenne del Col Toront. Anche il Sentiero delle Creste è battuto, ma bisogna fare più attenzione. Qui in caso di abbondanti nevicate le ciaspole servono davvero.

 

Supero un'altra serie di antenne e da qui ho una visione chiara del percorso fino alla meta, ma anche del panorama che mi circonda. 

 

ciaspole nevegal

ciaspole nevegal

 

Si vedono senza problemi: Monte Grappa, Altopiano di Asiago, Monte Pavione, Pale di San Martino, Agner -Valle di San Lucano, Marmolada, Monte Sella, Monte Avena, Valbelluna con Belluno in primo piano, Civetta e Monte Schiara, Monte Pelmo, Antelao, Marmarole, Monte Pizzoc, Cansiglio e, alle mie spalle, la pianura. 

 

Con giornate limpide di sole si può vedere Venezia e la sua laguna, ma anche Vittorio Veneto, Conegliano, il Montello, Colli Euganei e laghi di Revine. Oggi non ho avuto questa fortuna, ma in passato sì.


Con un continuo sali e scendi il Percorso delle Creste si avvicina al sentiero principale. In questo tratto potete decidere se abbandonarlo oppure continuare con un ultimo strappo in salita.


Io decido di continuare. Qui la traccia è meno evidente (almeno quando sono passato io) e si sale verso l'ultimo picco, il Col del Gai, dove alla propria sinistra si ha semplicemente il vuoto. Fate attenzione in questo tratto.

 

ciaspole nevegal

Se si scivola qui, ci si trova direttamente a Mestre😂😂

 

 

percorsi ciaspole nevegal

RIFUGIO COL VISENTIN

In discesa ora raggiungo il sentiero. Da qui in pochi minuti arrivo al rifugio Col Visentin (5° Artiglieria Alpini), circondato da una miriade di antenne, a metri 1746 sul livello del mare.

ciaspole nevegal  


ciaspole nevegal

ciaspole nevegal


Viste le esperienze passate in questa zona, oggi mi sono portato il pranzo al sacco incluso il pandoro per festeggiare l'ultimo giorno dell'anno :)

Calcolate circa 2 ore di camminata.

 

 nevegal neve


Se avete tempo a disposizione potete continuare a piacimento lungo il tracciato che scende verso il Pian delle Femene e poi risalire. Vedete voi:)


RIENTRO SU SENTIERO PRINCIPALE

Per il rientro, invece, decido di effettuare il sentiero principale, ugualmente panoramico e che passa anche per il rifugio Bistrot, pure questo aperto in inverno.

 

ciaspole nevegal

ciaspole nevegal

ciaspole nevegal

ciaspole nevegal

 

Anche per il ritorno calcolate 2 ore :)


Questa è la mia esperienza con le ciaspole sul Nevegal.

 

Un consiglio che vi posso dare è di scegliere una giornata limpida di sole in modo da vedere tutto il panorama, la cosa più bella di questa camminata!

 

 

 

VEDI ANCHE:

Ciaspole in Veneto

Ciaspole in Cadore

Ciaspolein Trentino

Caspolein Alto Adige


La sezione del blog dedicata all'inverno OLTRE LO SCI e al VENETO


0 commenti:

Posta un commento