Dove andare con le ciaspole in Trentino? 10 escursioni e itinerari super suggestivi

Dove andare con le ciaspole in Trentino? In molti ultimamente mi avete formulato questa domanda e devo ammettere che nel blog non ho mai pubblicato un post che includesse le migliori escursioni da fare con le ciaspole in Trentino. 

Ma non è mai troppo tardi, vero?

Ecco quindi che con il post di oggi voglio presentarvi gli itinerari da fare sulla neve, con o senza ciaspole, visto che, molte volte, il fondo è battuto e si tratta di camminate facili e tranquille immerse nella magia del bosco!


escursioni ciaspole trentino

Per la scelta delle ciaspole  vi  consiglio di utilizzare le TUBBS: tra tutte quelle che ho provato in questi anni, sono quelle più solide, resistenti e perfette in qualsiasi tipo di innevamento. Inoltre, sono facili da sistemare senza perdere tempo a sistemare lacci e agganci come in altri tipi di ciaspole.

Potete trovare una vasta scelta nel sito TUBBS SNOWSHOES

 

ciaspole trentino

 

Iniziamo con:

 

1. MONTE ROEN

Questa escursione è stata organizzata dall'hotel Pineta Nature Resort, un hotel della Val di Non che fa parte del gruppo Dolomiti Walking Hotel Trentino, un gruppo di hotel (16 in totale) che organizza ogni giorno uscite ed escursioni in montagna per i propri clienti, accompagnati dagli albergatori stessi. Ogni giorno si può prendere parte ad un'escursione di gruppo e scoprire angoli suggestivi del territorio. Con loro ho partecipato anche ad un'escursione con le ciaspole sull'altopiano di Predaia con incluso il  pranzo in malga. Davvero suggestivo. Bellissima inoltre l'uscita, sempre in Val di Non, in notturna con le lanterne nei pressi del suggestivo Santuario di San Romedio.

 

escursioni ciaspole trentino

 

L'itinerario che vi consiglio, invece, parte da Passo della Mendola e si intrufola nel bosco passando per il rifugio Mezzavia e poi, sempre in leggera salita e su largo sentiero, si arriva alla Malga Romeno. 

 

escursioni ciaspole trentino

 

Da qui un ultimo strappo e si raggiunge la vetta del Monte Roen da dove si ammira un panorama stupendo sulla valle dell'Adige, Bolzano, il territorio della Strada del Vino dell'Alto Adige e la Val di Non.

Potete leggere l'escursione estiva nel mio post Da Passo Mendola a Malga Romeno

 

Dislivello: 780 metri

Tempo: 5H30

 

escursioni ciaspole trentino


2. CIMA VEZZENA

Uno degli itinerari con ciaspole da non perdere in Trentino è un classsico dell'Alpe Cimbra, facile e con un panorama da favola: Cima Vezzana! Si parte da Passo Vezzena e si prosegue verso il Forte Verle. Da qui si segue la traccia sulla neve e si arriva alla segnaletica per il Pizzo di Levico Cima Vezzena. Io ho optato per la strada militare e quindi ho proseguito nel bosco per un lungo tratto (volendo c'è la direttissima che sale a sinistra) e poi ho preso questa stradina sulla sinistra, costruita dagli austriaci durante la Grande Guerra, che inizia a salire sempre di più fino a spuntare alla fine del bosco e regalare le prime visuali. Ormai Cima Vezzena è in vista.

 

cima vezzena


Si cammina in cresta e si arriva al forte Vezzena da dove si può ammirare un panorama da sogno su gran parte del Trentino con la Valsugana e i laghi di Levico e Caldonazzo in prima linea, ma anche il Becco di Filadonna, il Monte Bondone e l'altopiano di Asiago.

Rientro lungo lo stesso sentiero.

 

Dislivello 500 metri

Tempo: 4 ore

Vedi: ciaspole Cima Vezzena

Vedi: tutte le escursioni con le ciaspole Alpe Cimbra 

 

escursioni ciaspole trentino

 

3. RIFUGIO POTZMAUER

Siamo in Val di Cembra. Il punto di partenza di questa escursione con le ciaspole è la località del Pradet ai Masi Alti di Grumes (Comune di Altavalle). Qui si trova un piazzale dove parcheggiare la macchina. Per raggiungere il rifugio Potzmauer bisogna seguire il sentiero SAT numero 480 oppure la strada forestale parallela che ci porta al Passo della Cima e quindi in pochi minuti scendere al Rifugio Potzmauer.

Imperdibile l'uscita in notturna organizzata dall'ufficio turistico!

Calcolate 2 ore a tratta e 300 metri di dislivello.



escursioni ciaspole trentino
credits Visit Trentino

 

4. MALGA ORA E PASSO OCLINI

Bella camminata con le ciaspole da fare in Val di Fiemme su sentiero in gran parte battuto e con segnaletica invernale. Si parte da Passo di Lavazè e si seguono le indicazioni per Malga Ora. L'itinerario regala subito splendide visuali su Catinaccio e Latemar per poi inoltrarsi nel bosco e uscire dopo circa un'ora a Malga Ora. Se la trovate aperta potete fare una sosta golosa a base di canederli, torta di grano saraceno o strudel di mele. 


 

escursioni ciaspole trentino

Dalla malga andate un po' sulla sinistra seguendo la strada asfaltata e prendete il sentiero, sulla destra che entra nel bosco e che conduce a Passo Oclini, ai piedi del Corno Bianco e Bletterbach

Calcolate 2 ore a tratta e 150 metri di dislivello

 

Vedi: ciaspole passo Lavazè Malga Ora

vedi: escursioni con le ciaspole Val di Fiemme

 

escursioni ciaspole trentino


5. MALGA CAZZORGA

Nelle ciaspolate da fare in Trentino non poteva mancare un bel giretto sulla catena del Lagorai, uno dei luoghi più autentici e incontaminati della provincia di Trento. Quello che vi propongo è una facile camminata che permette di immergersi nei silenzi del bosco e delle cime innevate.

Punto di partenza è il Ponte Stue, raggiungibile da Molina di Fiemme seguendo le indicazioni per Passo Manghen.

Si lascia la macchina prima del ponte e si inizia a camminare seguendo la strada forestale contrassegnata dal segnavia CAI 308. L'escursione seguirà per tutta la sua durata questo tracciato. Arrivati ad una radura, nei pressi della malga Stue Bassa, possiamo ammirare una splendida vista sulla cima del Montalon, fare una pausa fotografica e proseguire poi fino a raggiungere la nostra meta, Malga Cazzorga, a metri 1845.

Tempo: 2H30

Dislivello: metri 560

 

ciaspole in trentino
credits Orlerimages.com


6. LAGO NAMBINO

L'escursione invernale al lago Nambino è una delle più famose di Madonna di Campiglio. In genere è ben battuto e quindi le ciaspole non servono, però, dopo periodi di lunghe nevicate, le ciaspole sono d'obbligo, soprattutto nella parte finale.

Dal centro di Madonna di Campiglio si segue in direzione nord verso l'uscita del tunnel. Da qui si prende sulla sinistra via Nambino e, dopo aver passato il piccolo tunnel sulla pista da sci, si vedono le indicazioni per il rifugio Nambino. Volendo si può arrivare in macchina fino a qui, l'escursione, infatti, inizierebbe proprio da questo punto.


 

escursioni ciaspole trentino

 

Dal parcheggio, dove ci sono dei residence e appartamenti, si continua sulla strada (meglio avere dei ramponcini) e si prende poi il sentiero che inizia a salire nel bosco fino a spuntare al lago Nambino! La segnaletica è be presente e c'è solo una traccia da seguire. Il lago ghiacciato e la casetta di legno del rifugio creano un ambiente magico.

Dislivello: 400 metri

Tempo: 2H00 se si parte dal parcheggio, 3H30 dal centro paese

Vedi: ciaspole Lago Nambino

Vedi: escursioni con le ciaspole Madonna di Campiglio

 

escursioni ciaspole trentino


7. RIFUGIO FUCIADE

Facilissima e bellissima passeggiata invernale che parte da Passo San Pellegrino, Val di Fassa, e che segue un sentiero, quasi sempre battuto, che passa antichi fienili e tabià con viste superbe sulle Dolomiti di Falcade e Pale di San Martino. Volendo si può farla anche su slitta trainata da cavalli.

Alla fine troverete il rifugio Fuciade, che è tutto tranne che un rifugio, visto i prezzi (ristorante pluripremiato e bla bla bla). Io mi sono portato i panini da casa :))

Nessun dislivello

Tempo: 1 ora a tratta

Vedi: ciaspole rifugio Fuciade

 

escursioni ciaspole trentino

escursioni ciaspole trentino
 

8. VAL VENEGIA

La Val Venegia è un classico delle escursioni con le ciaspole in Trentino. Io ve la propongo partendo da Passo Rolle. Una volta lasciata la macchina al passo, si prosegue in ripida salita fino alla Capanna Cervino, e da qui si raggiunge la bellissima Baita Segantini. Ovviamente sosta per fotografare uno degli angoli più belli del Trentino e iniziamo a scendere con grandi curve fino alla Val Venegia. Potete raggiungere la Malga Venegiota e poi tornate indietro.

Dislivello: 400 metri

Tempo: 5 ore

Vedi: ciaspole Val Venegia

 

escursioni ciaspole trentino

escursioni ciaspole trentino

 

9. MALGA CANVERE DA CASTELIR

Escursione con le ciaspole in Val di Fiemme che regala sublimi vedute sulle Pale di San Martino. Siamo nella foresta di Paneveggio e il punto di partenza è la stazione a valle degli impianti di risalita di Castelir (si può lasciare la macchina qui).

Si prende la strada forestale che parte dietro il rifugio El Zirmo e si sale costantemente nel bosco di abeti e larici prendendo sempre più quota. Di solito il sentiero è tracciato e quindi molto facile da seguire.

Poco prima di malga Canvere il bosco si dirada e si gode di un grandioso panorama sulle Pale e sul Lagorai. Ormai manca davvero poco. Un ultimo strappo e raggiungiamo Malga Canvere a metri 1970.

Qui potete fare la classica foto cartolina con le baite di legno e le Dolomiti sullo sfondo. Un vero spettacolo!

Tempo 1H45

Dislivello: metri 430

 

ciaspole trentino
credits Orlerimages.com

 

10. PONTE TIBETANO VAL DI RABBI

Bella camminata che conduce al ponte tibetano della val di Rabbi e alla Malga Fratte in zona Val di Sole. Si lascia la macchina a Fonti di Rabbi e si seguono le indicazioni per il ponte. Una volta attraversato il ponte tibetano e ammirato la cascata di ghiaccio Rigaiolo, si prosegue alla volta della malga che si raggiunge attraverso un sentiero nel bosco. In genere in inverno è aperta durante i weekend. E sapete una cosa? Il ritorno lo potete fare con lo slittino!! Informatevi presso la malga o l'ufficio turistico per questi dettagli.

 

Dislivello: 200 metri

Tempo: 2H30 - 3H00

Vedi: ciaspole Val di Rabbi

 

escursioni ciaspole trentino




Queste sono le escursioni con le ciaspole da fare in Trentino che mi sento di consigliarvi. Ovviamente ce ne sarebbero un'infinità, e spero con il tempo di aggiungerne delle altre. 

Per altre escursioni, itinerari e attività, visita la sezione del blog dedicata all' INVERNO OLTRE LO SCI


INFO UTILI

Dove dormire in Trentino

Dopo tante camminate sulla neve è stato bello tornare in hotel e godere del calore della spa del Pineta Nature Resort, un ottimo centro benessere con sauna finlandese, biosauna alle erbe alpine, sauna romana, bagno turco, percorso Kneipp, pediluvio ai sali marini, docce emozionali, grotta del ghiaccio, grotta del fieno. 

 

escursioni ciaspole trentino

 

Poi è stata la volta di un tuffo in piscina e di un sano relax in idromassaggio, anzi, idromassaggi. Infatti, ce ne sono due: uno interno vicino alla piscina, e l'altro esterno in giardino. Ammetto che fare l'idromassaggio all'aperto circondati dalla neve è stato davvero suggestivo!

 

escursioni ciaspole trentino

escursioni ciaspole trentino

escursioni ciaspole trentino

 

Un benessere che è poi proseguito con la buona cucina di Casa Pineta, una pensione a ¾ che include prima colazione, pranzo (buffet di insalate e scelta di 3 primi), merenda pomeridiana e cena, in un ambiente elegante e raffinato tipico dei locali di montagna con splendide viste sulle montagne innevate della Val di Non.

 

escursioni ciaspole trentino

escursioni ciaspole trentino

E poi ci sono loro. I 6 chalet che compongono l'hotel, ognuno che racchiude suite e camere da sogno, come le suite Arnica e  Ciclamino con una grande vasca sul balcone, tanto legno, panorami e angolo stube.

 

escursioni ciaspole trentino

 

Per concludere nel segno del romanticismo una giornata di ciaspole e neve in Trentino.

 

INFO UTILI:

PINETA NATURE RESORT, 4*

Via del Santuario 17

Frazione Tavon - Val di Non (TN)

Email: info@pinetahotels.it

Sito Web:  Pineta Nature Resort

 

Non perderti inoltre la sezione dedicata alle OFFERTE SPECIALI con una ricca selezione di proposte e esperienze in esclusiva per i lettori del blog, e quella dedicata a tutti gli HOTEL per organizzare al meglio la tua vacanza!

Vedi anche la sezione dedicata alle escursioni TREKKING e al TRENTINO

 

 

IMPORTANTISSIMO

Un'escursione con le ciaspole non deve MAI essere considerata al pari di un'escursione estiva. Chiunque vada in montagna d'inverno deve informarsi SEMPRE sulle condizioni della neve e saper RINUNCIARE quando la prosecuzione risulta pericolosa. Nessun itinerario è sicuro in assoluto: valutate sempre i bollettini neve e chiedete informazioni in loco.

Bisogna informarsi sulla percorribilità dei percorsi chiamando i rifugi di riferimento, guide o altri operatori dotati di sufficiente affidabilità e controllare il pericolo valanghe.

La neve fresca copre ogni sentiero, per cui non sempre è possibile contare sulla presenza della segnaletica tipica dei sentieri. Magari qualcuno è già passato prima lasciando la sua traccia, ma si è proprio sicuri che questa traccia porti alla destinazione che si è prefissato di raggiungere oppure da un'altra parte? Per minimizzare questo rischio è bene andare con qualcuno che conosce bene la zona e che magari abbia già fatto quella ciaspolata.

Ecco che la figura della guida alpina è di fondamentale importanza per la riuscita di una ciaspolata.

2 commenti: